Primi nodi PEPPOL funzionanti in Italia

PEPPOL (Pan-European Public Procurement on-line) un progetto pilota su larga scala del programma della Commissione Europea sulla competitività e l’innovazione, con l’obiettivo di supportare l’interoperabilità attraverso le frontiere, facilitando la comunicazione elettronica tra aziende europee e le istituzioni governative.
Per l’Italia, Gruppo Tesi – software house e system integrator italiana – e Intercent-ER – l’agenzia regionale per lo sviluppo elettronico dei mercati della Regione Emilia-Romagna – hanno completato i loro sforzi per stabilire i primi due Access Point (AP) e Service Metadata Publishers (SMP) in Italia, interconnessi con il resto d’Europa.
Molti paesi dell’UE usano sistemi di e-procurement per fare offerte e soddisfare i contratti del settore pubblico in modo più semplice ed efficiente; tuttavia, queste soluzioni sono spesso implementate come sistemi isolati all’interno degli Stati membri, con comunicazioni cross-border limitate.
PEPPOL consentirà quindi il collegamento delle comunità eProcurement esistenti, essenziale per permettere alle aziende di partecipare agli appalti pubblici ovunque nell’UE: un passo importante verso il raggiungimento del mercato unico europeo.
Il test di interoperabilità iniziale stato eseguito con successo sia con Intercent-ER che con altri Access Point europei come la svedese ESV e la danese Electronic Business Pages. L’Access Point italiano stato realizzato da Gruppo Tesi in partnership con JAVEST, un fornitore di middleware italiano specializzato nel commercio elettronico e nella promozione di standard aperti.
Sono lieto di vedere la creazione di un nodo PEPPOL in Italia, sia pubblico che privato. Questo apre la strada per le attività di eProcurement e scambio transfrontaliero di documenti aziendali, e segna un importante passo avanti per PEPPOL nel sud Europa , afferma il direttore del progetto PEPPOL Andrà?Hoddevik. Sia le CA (Contracting Authorities) pubbliche che gli Operatori Economici privati possono ora accedere all’infrastruttura con il supporto di un partner italiano.