Tesi tra i principali operatori per la fatturazione elettronica in Francia

Il 26 settembre scorso a Parigi, 25 imprese – operatori specializzati nella fatturazione elettronica – si sono riuniti sotto il coordinamento di GS1 France per firmare ufficialmente l’accordo d’interoperabilità delle soluzioni di fatturazione. Questo accordo si propone di riaffermare il libero scambio e garantire che la fattura elettronica venga scambiata tra due operatori differenti senza imporre costi aggiuntivi.

I fornitori di servizi, firmatari della carta d’interoperabilità sono: @GP, ACCELYA, AGENA 3000, ARTEVA, DPII TELECOM, EDICOM, EDICOT, EDIEYES, EDT, EUROEDI, GENERIX, GEXEDI, GMI CONNECTIVITY, ICDSC, INFOLOGIC, NUMLOG, ORANGE BUSINESS SERVICES, PROLOGUE, QWEEBY, SEEBURGER, SERES, TENOR, TESI, TIE FRANCE, TX2 CONCEPT.

Il lavoro di sviluppo di questa carta d’interoperabilità è cominciato circa un anno fa, sotto la guida di un Gruppo di Lavoro GS1 composto da utenti. La carta è il risultato della volontà delle aziende associate GS1, degli editori e degli operatori di soluzioni per la fatturazione elettronica, di creare le condizioni ottimali di una distribuzione controllata, sicura e più veloce possibile della fattura elettronica.
“Siamo convinti che l’interoperabilità tra i sistemi aziendali sia la condizione necessaria per creare una catena di business efficace, economica, di qualità e sicura” ricorda Pierre GEORGET, CEO di GS1 France.
L’interoperabilità è una delle fondamenta degli standard GS1: questa deve consentire ad ogni utente di essere libero di scegliere la soluzione, prediligendo quella che garantirà compatibilità con la scelta dei partner commerciali. Nella fattispecie, l’interoperabilità riguarda 4 elementi:

  • il formato della fattura
  • le modalità tecniche di emissione e la tracciabilità
  • il rispetto della normativa
  • la gratuità

L’obiettivo è quello di dare agli utenti, che emettono e ricevono fatture, la libera scelta dei loro fornitori di soluzioni, ma anche garantire le condizioni di accesso alla fatturazione elettronica al costo minimo.
Questa cerimonia di firma in presenza della comunità dei fornitori e degli utenti è una prima tappa. Al termine del processo tutti i fornitori di soluzioni per la dematerializzazione delle fatture in Francia (35 in totale) potrebbero unirsi ai firmatari di altri settori d’attività, i cui prodotti per la GDO potrebbero anche essere inclusi in questo tipo d’iniziativa. Ora è giunto il momento della divulgazione dell’accordo presso gli altri fornitori, ma anche e soprattutto verso gli utenti, in modo da promuovere la diffusione della fatturazione elettronica in particolare presso le piccole e medie imprese.