EDI Documento Fattura: aggiornamento normativo in ambito Reverse Charge

Con il Decreto Legislativo n. 24/2016, dal 2 maggio è cambiato il regime IVA con l’estensione del campo di applicazione del Reverse Charge o Inversione Contabile IVA.
La nuova disciplina va a integrare il DPR 633/1972, in particolare l’articolo 17, con l’obiettivo di allineare la normativa italiana a quella europea, estendendo l’inversione contabile dell’IVA a nuove categorie di prodotti:

  • lettera b): alle cessioni di apparecchiature terminali per il servizio pubblico radiomobile terrestre di comunicazioni soggette alla tassa sulle concessioni governative di cui all’articolo 21 della tariffa annessa al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 641, come sostituita, da ultimo, dal decreto del Ministro delle finanze 28 dicembre 1995, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 303 del 30 dicembre 1995;
  • lettera c): alle cessioni di console da gioco, tablet, PC e laptop, nonché alle cessioni di dispositivi a circuito integrato, quali microprocessori e unità centrali di elaborazione, effettuate prima della loro installazione in prodotti destinati al consumatore finale.

Si aggiunge al codice A03 il codice esenzione A05 per la compilazione delle fatture EDI, in particolare nei campi TAX e IVA per identificare le cessioni dei beni esplicati nell’articolo 17 comma 6 lettera b.

La cessione dei telefoni cellulari, nei flussi EDI, verrà identificata con il codice A05 mentre per tutti gli altri dispositivi dovrà essere utilizzato il codice A03.

TESISQUARE® e il team Digital sono a disposizione per qualsiasi chiarimento! Contattaci QUI