Problemi con lo Spesometro? Non tutti sono pronti, TESISQUARE sì!

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha chiesto un mese di proroga, in fase di valutazione, dal 18 settembre 2017 al 31 ottobre 2017 per la presentazione dello spesometro, ovvero la comunicazione obbligatoria che i soggetti titolari di partita IVA sono tenuti a presentare annualmente all’Agenzia delle Entrate con un modello definito “polivalente”.

Perché questa richiesta? Perché sono cambiate le modalità di invio dello spesometro semestrale ovvero non si invierà più la comunicazione tramite il canale Entratel Desktop Telematico ma tramite l’Agenzia delle Entrate. La scadenza del 18 settembre risulterebbe quindi troppo ravvicinata per permettere alle aziende interessate di effettuare i necessari adeguamenti tecnici che consentirebbero l’invio entro settembre.

Ma proprio tutti i soggetti sono obbligati a presentare questa comunicazione? La risposta è no, non tutti sono obbligati.
Nello specifico, le aziende che decidono di scambiare le fatture in modalità elettronica con altri soggetti titolari di partita IVA sono esenti, come previsto dal Decreto Legge 193/2016, dalla presentazione all’Agenzia delle Entrate della Dichiarazione dei dati IVA.

La fatturazione Elettronica tra Privati conviene!

  • Il formato utilizzato è lo stesso già utilizzato per la Fattura verso le Pubbliche Amministrazioni
  • Si abbreviano i tempi amministrativi della corretta registrazione della fattura e ottimizzare i tempi di pagamento
  • Le fatture vengono conservate digitalmente secondo la normativa vigente
  • Si raggiunge una gestione tracciata ed integrata del proprio processo di fatturazione

Scopri QUI gli altri vantaggi della Fatturazione Elettronica tra Privati

Oppure scrivici!