Fatturazione elettronica, nuovo standard europeo negli appalti

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legislativo 27 dicembre 2018, n. 148, l’Italia recepisce l’obbligo di ricevere le fatture elettroniche conformi allo standard europeo nell’ambito degli appalti pubblici.

Nel dettaglio, il decreto recepisce in Italia l’obbligo di ricevere le fatture elettroniche conformi allo standard europeo di fattura elettronica EN16931, in attuazione della direttiva (UE) 2014/55 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 aprile 2014, relativa alla fatturazione elettronica negli appalti pubblici. L’obbligo di fattura elettronica si applica a tutte le amministrazioni aggiudicatrici e agli enti aggiudicatori di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, ad esclusione delle fatture elettroniche emesse a seguito dell’esecuzione di contratti pubblici stipulati nel settore della difesa e della sicurezza.

Entrato in vigore il 1 febbraio 2019, dal 18 aprile 2019, le amministrazioni aggiudicatrici e gli enti aggiudicatori sono tenuti a ricevere ed elaborare le fatture elettroniche conformi allo standard europeo sulla fatturazione elettronica negli appalti pubblici. Le amministrazioni sub-centrali invece avranno tempo fino al 18 aprile 2020.

Ai fini dell’attuazione degli obblighi normativi verrà istituito un tavolo tecnico permanente per la fatturazione elettronica che si occuperà dell’aggiornamento delle regole tecniche e del monitoraggio sulla loro corretta applicazione.

Contattaci per maggiori informazioni: marketing@tesisquare.com